Passa alle informazioni sul prodotto
1 su 1

cortepreziosa

Confettura di Ciliegie

Prezzo di listino €9,99 EUR
Prezzo di listino Prezzo di vendita €9,99 EUR
In Sconto Esaurito
Imposte incluse. Spese di spedizione calcolate al check-out.
Peso

La confettura di ciliegie è un classico del mondo delle conserve, una delle più amate da  grandi e piccini per il suo sapore dolce e il suo piacevolissimo gusto.

UNA STORIA RICCA DI SAPORE...

Il ristorante
Lo chef Marco Fincatti con la moglie Sabrina dopo varie esperienze in italia e all'estero hanno preso spunto nei piu' bei ristoranti e alberghi per poi decidere nel 1999 l'avventura con l'apertura del Ristorante Corte Matilde sulla proprietà della famiglia Fincatti, cercando sempre di rinnovarsi e di restare aggiornati alle nuove tendenze.

Il territorio e la sua storia
Quasi come se fosse un disegno divino, il destino di Matilde era scritto nel suo nome: Matilde è infatti un nome di origine germanica costituito da due parole: "macht" = FORZA e "hild" = BATTAGLIA cioè VALOROSA IN BATTAGLIA...
Siamo alla fine del 1100, Matilde ha appena sconfitto Enrico IV e fiera e gloriosa entra nella città di Pieve di Coriano dove viene accolta dal Governatore. Riconoscente, la piissima condottiera, subito dopo la vittoria, costruì, in onore di Santa Maria Assunta, alla vigilia della cui festa era iniziata la battaglia, la chiesa di Pieve e poiché la nostra eroina inflisse la Rotta all’esercito dell’imperatore Enrico IV, la chiesa tiene ancora una denominazione di Rotta, Santa Maria della Rotta e non consta, come molti erroneamente credono, che in questi luoghi, la piena del Po abbia rotto una volta gli argini. La Rotta indicava la rottura delle schiere dell’antipapa e dell’imperatore. E proprio nella chiesa di Santa Maria della rotta a Pieve, la gente veniva a battezzare i neonati e a celebrare matrimoni. Qui la Gran Contessa Matilde si presentava ritualmente a sorvegliare i suoi confini e le terre, ad incontrare i Vassalli che a lei avevano fatto giuramento di fedeltà e ad assistere ai matrimoni dei loro figli.

1 su 8